Home  |  Chi SiamoContatti
Altre terre
Giordania Petra11
Latest Tours

Invito al Sud Africa

Tour Armenia e Georgia

Stati Uniti: i Parchi dell’Ovest

Algarve: Soggiorno Mare

Armenia Responsabile: il Regno dei Monasteri Perduti

Vietnam tra Artigianato, Gastronomia e Cultura

Marocco, l’Estremo Sud – L’Avventura della Frontiera Sahariana

Messico: soggiorno mare Tulum

Giamaica: soggiorno mare

Thailandia – Soggiorno mare Phuket

Laos Insolito

Laos, Vietnam e Cambogia: Tour

Vietnam Gran Tour

Vietnam Autentico

Mosca e San Pietroburgo

Emozioni del Senegal

Toronto Rainbow

Iran: i Mille Volti della Persia

Uzbekistan e Turkmenistan: sulle Orme degli Antichi Mercanti

Scoprire la Georgia

Yucatan Panorama

Riviera Maya al Bacerlò Maya Beach Resort

Mongolia tra Deserto e nomadi

L’Oceano e la Musica del Fado

Imperdibile Cuba: Avana + Cayo Levisa

All Included: Avana + Varadero

Uzbekistan Classico

Mongolia : Alla Scoperta del Deserto del Gobi

Argentina e Cile: Crociera Australis

Canada dell’Est

Canada dell’Ovest

Week end a Berlino – Turismo LGBT

Week end a Madrid – Turismo LGBT

India: il Classico Rajastan

Le Preziose Briciole della Croazia – Turismo LGBT

Islanda, la Terra Incantata – Turismo LGBT

Sulla Rotta Artica attraverso la Lapponia Finlandese – Turismo LGBT

Bangkok e Thailandia del Nord – Turismo LGBT

Stati Uniti: Florida e New Orleans – Turismo LGBT

Gran Tour dell’Andalusia

Stati Uniti: Real America – Fly & Drive – Turismo LGBT

Nuova Caledonia: Gran Tour – Turismo LGBT

Esperienza Australiana – Turismo LGBT

Messico Panorama: Le civiltà precolombiane

Costa Rica Express in Italiano

Costa Rica Pura Vida

Costa Rica Naturalmente

Dall’Oceano al Deserto, sulle Orme della Natura Selvaggia

Perù Classico: da Lima a Machu Picchu

Oltre la Via della Seta

Dalla Regione Ha Giang al Delta del Mekong

Senegal: Il Cuore Pulsante del Nord

Brasile Panorama

Sine Saloum: un Letto di Conchiglie – VIAGGIO DI TURISMO RESPONSABILE

Brasile Naturalistico

Mosca e San Pietroburgo: Arte, Storia e Diritti Umani

Mingalabar Birmania

Estensione: Isola di Pasqua Rapa Nui

Cile Self & Drive Laghi e Vulcani

Marocco del Nord: dalle Città Imperiali ai Sapori del Rif

Cuba – Un viaggio “Rivoluzionario”: dai sogni del Che alle Spiagge Dorate

Cile – Self Drive – Nord e deserto di Atacama

Cile Panorama con Isola di Pasqua

Cile e Argentina – La ruta del Vino

Tutto Marocco

Cile Panorama

Fuori dai Soliti Percorsi

Tesori Imperiali e Deserto

Cultura e Avventura

Il Grande Sud e le Kasbah

Meraviglie del Peru

Mosaico peruviano

Perù Gourmet

Tour delle Città Imperiali

Perù gran turismo – Chasqui Inka

Discovery Tunisia

Perù Classico – Manco Capac

Sulle Tracce dei Berberi

Deserto e Lezard Rouge

Rose del Deserto e Benessere

Esperienza Carovaniera

In Treno attraverso il Canada Francese

Perù Express – Huascar

Gran Tour Est-Ovest Stati Uniti

Oman: Profumo d’Incenso

Oman: Gran Tour

Vietnam: Viaggio sui Mitici Fiumi d’Oriente

Bali: Tour Classico

Il Cuore Pulsante dell’India

India: Orissa e Chattisgarh

India del Sud: tra Spezie e Templi

Giordania: Antiche Nuove Emozioni

Giordania e Gerusalemme

Esplorando la Cina

Cina Espresso

Australia Aborigena e Isole Fiji

Australia Fantastica

Fuerteventura, Appartamenti Maxorata – Corralejo

Gran Canaria, Hotel Miraflor Suite – Playa del Inglès

Tenerife, Aparthotel Pyramides – Playa de las Americas

Lanzarote – Blue Sea Appartamenti Costa Teguise Beach

Egitto – Mar Rosso: Soggiorno a Marsa Alam, Kahramana Resort

Vietnam Classico

Thailandia Classica: Tour

Giordania Classica: Tour

Alla Scoperta dell’Oman

Laos Classico: Tour

Maldive, Atollo di Ari Sud – Sun Island Resort

Bali e Giava: Tour

Splendida Calcutta e West Bengala

Cambogia Magica: Templi e Jungla

Brasile Coloniale

Stati Uniti: Fly & Drive

Canada: Fly & Drive

Mari del Sud: Crociera Isole Fiji

Nuova Zelanda: Aotearoa Tour

L’Essenza dell’Australia

Cina Magnifica

Meraviglioso Giappone

Alla scoperta della Mongolia

Tour Yasmine

Tour Sahara in Quad

Avventurandosi nelle terre del sud

Maestosa Natura Argentina

Meraviglie in Argentina

Argentina Tour

Visitando il Sud Argentina

Esplorando in Patagonia

Sulle Tracce del Sultano

Patagonia Panorama con Crociera

La Mitica Ruta 40

Giordania: Antiche Nuove Emozioni

Durata: 8 giorni/7 notti

La Giordania come pochi la vedono, con visita notturna di Petra e cena alla “Piccola Petra”, per vivere grandissime emozioni

 

Richiedi informazioni

Programma di viaggio
Quotazione
Documentazione

1° giorno – ROMA – AMMAN Partenza con volo di linea Royal Jordanian da Roma Fiumicino RJ 102 alle 14,00. L’appuntamento con l’accompagnatore è previsto al banco accettazione del volo per Amman. Arrivo dopo poco più di tre ore nella capitale giordana, alle 18,30. Incontro con un rappresentante del nostro corrispondente che ci assiste nelle formalità aeroportuali. Cena in hotel. Il nostro hotel ad Amman, “Jordan InterContinental Hotel” 5*. (www.intercontinental.com).

2° giorno – AMMAN – JERASH – AMMAN (100+50 km circa 3 ore) Prima colazione e visita della Cittadella di Amman. Poi partenza per il nord verso Jerash. Amman è capitale della Giordania solo dal 1950. Può essere interessante frequentarne la sera uno dei quartieri in cui si svolge una notevole vita notturna in locali più o meno tradizionali. ll 60% circa dei giordani è di origine palestinese e, per loro fortuna, non tutti vivono nei campi profughi ancora presenti in varie zone del Paese, anche alla periferia di Amman. Mantiene una parte antica di qualche fascino. Ne visitiamo la Cittadella con resti romani, bizantini e islamici, il piccolo museo che conserva tra l’altro alcuni dei “rotoli del Mar Morto. Dall’alto della collina dove sorge la Cittadella si potrà osservare il teatro romano che si trova proprio nel centro cittadino. Pranzo vicino a Salt e proseguimento per Jerash. Conosciuta in passato come Gerasa, è la più importante, e certo la più coinvolgente, delle città che formarono la Decapoli. Si visiteranno la Piazza Ovale, l’Arco di Trionfo, l’Ippodromo, la Porta Sud, il Tempio di Zeus, il Teatro, la Via Colonnata, il Tetrapilo, il Tempio di Artemide…che rimandano soprattutto a un periodo compreso tra il I e il IV secolo d.C. Sicuramente è uno dei siti più corposi e meglio conservati del Medio Oriente. Dopo la visita rientro ad Amman che dista poco più di un’ora. Pranzo presso il ristorante del “Mountain Breeze Country Club”. ll posto è assai gradevole. Qui, i bravi cuochi siriani preparano tradizionali “mezzè” e carni alla griglia, che costituiranno un primo non anonimo approccio con le specialità culinarie mediorientali. Cena in hotel.

3° giorno – AMMAN -UMM RASAS – SHOBAK – PETRA (320 km circa 5 ore) Visita serale del sito aperto solo per noi. Durante il trasferimento dalla capitale sino a Petra, percorreremo parte della Desert Highway e della storica Via dei Re, la strada che scorre dal nord al sud tra le altre due vie che consentono di giungere all’estremità meridionale del Paese. Tra le due arterie si trova Umm Rasas che può mostrare i più importanti e interessanti mosaici del Paese. Per questo è Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Le opere più degne di attenzione sono nella Chiesa di Santo Stefano, dell’VIII secolo. Pranzo lungo la Desert Highway in un ristorante locale, modesto ma comodo perché proprio sul nostro itinerario. Poi si rientra sulla Via dei Re per arrivare nel pomeriggio a Shobak, ora opportuna per apprezzare il posto. Situato sul pendio di un’altura, è isolato da ogni centro abitato. Appare intrigante già in lontananza e si erge su un altipiano caratterizzato da molte caverne. Risale al XII secolo e fu costruito da Baldovino, conquistato da Saladino, ampliato dai turchi. Presenta torri, pozzi, passaggi segreti, cortili, catacombe, chiesa, iscrizioni… Non tutti gli ambienti del castello sono aperti al pubblico. Petra è a poche decine di chilometri. Secondo l’ora di arrivo si potrà decidere se cenare prima, come è più probabile, oppure recarsi direttamente all’ingresso del sito per la visita serale di Petra. Cena in hotel. Il nostro hotel a Petra, “Petra Guest House”, by Crown Plaza, 4*. Visita notturna di Petra e cena alla “Piccola Petra”, aperte solo per noi. (L’ora di svolgimento condiziona l’andamento della giornata, inclusa la cena). La visita notturna così come la cena alla Piccola Petra costituiscono una possibilità di vivere un’esperienza con “sfumature” normalmente impossibili da apprezzare, se non in circostanze come questa. La cena nella “Piccola Petra” è stata organizzata con la collaborazione delle autorità giordane ed è una grande emozione: si arriva attraverso un siq e si scopre il sito arredato da luci, tappeti, tavole imbandite e musici. La “Piccola Petra” è il posto ideale perché si offre con le stesse caratteristiche architettoniche della Petra più frequentata, ma si presta a essere “acconciata” nel modo a noi più gradito . Questa cena, con contorno di musici, ci racconta emozioni anche e soprattutto attraverso l’ambiente che lo attornia. Le strutture artistiche nabatee sono ulteriormente valorizzate da ombre e luci che fanno intravedere nel buio l’arenaria sapientemente scarnificata.

4° giorno – PETRA (siti bassi) Colazione e inizio visite dei molti luoghi di grande interesse. Il primo giorno ci si reca nei “siti bassi” giungendo sino al “Monastero”. Pranzo nel ristorante interno all’area archeologica, “Petra Basin restaurant”. Ricordiamo che la città dei Nabatei, che dominarono la regione (anche come razziatori) dal VI secolo a.C. al II d.C. è inserita nell’elenco UNESCO dei luoghi Patrimonio dell’Umanità, e che l’esistenza di Petra è, indipendentemente dal resto, motivo per inserire la Giordania in uno dei dieci paesi al mondo da visitare. E’ inutile descriverla: bisogna scoprirla e assaporarla. Alla fine delle escursioni di gruppo, chi vorrà potrà rientrare quando desideri in hotel, vista la sua vicinanza all’ingresso del sito, in modo da dare la possibilità di effettuare altre visite, assistere al tramonto o frequentare un vicino bagno turco per un meritato relax. Accompagnatore italiano e guida locale sono ovviamente a disposizione per suggerimenti

5° giorno – PETRA (siti alti), Tomba di Aronne Colazione e nuovo ingresso nella città nabatea. Si arriva sino alla Tomba di Aronne (fratello di Mosè), situata nel punto più panoramico della vastissima zona archeologica. (Si tratta di una delle giornate più “impegnative” ma coinvolgenti dell’intero viaggio). Si attraversano luoghi con tombe, cisterne, architetture sorprendenti che poco hanno da invidiare a quelle presenti nella parte più frequentata di Petra. Qui vivono ancora, in tende o ex tombe, alcuni dei vecchi abitanti di Petra. In particolare, lungo il nostro percorso, nei paraggi della Tomba del Serpente, prevediamo di fermarci presso una “casa”, anch’essa dentro un’antica tomba nabatea. Avremo l’ opportunità di accomodarci nella loro casa e accettare un dolcissimo tè. La Tomba di Aronne si raggiunge a piedi o, preferibilmente, noleggiando direttamente in loco asino o dromedario. Per utilizzare al meglio la giornata consumiamo un leggero lunch-box. Chi non vorrà partecipare a questa soddisfacente, impegnativa e lunga camminata, potrà approfondire la conoscenza di alcuni dei tanti altri aspetti non secondari del sito, (Altare Sacrificale, le Tombe dei Nobili, mosaici bizantini…). Cena in hotel. *(Per il giorno dopo, è bene dotarsi di un contenitore di ridotte dimensioni dove riporre l’indispensabile per il pernottamento nel deserto, per non essere costretti a portare con sé l’ingombrante valigia).

6° giorno – PETRA-PICCOLA PETRA-WADI RUM pernottamento nel deserto in un campo tendato approntato per noi. Al mattinoripercorriamo la tortuosa e panoramica strada per la visita di Siq al-Barid che dista assai poco dal più famoso sito archeologico. E’ conosciuta come la “Piccola Petra”. Si tratta di un luogo particolare e interessante dal punto di vista storico ed architettonico, perchè ci introduce ad un altro aspetto della “città sacra” nabatea. Anche a questa si accede attraverso un siq. Di giorno alcune tombe monumentali, canalizzazioni per l’acqua, ambienti ricavati nell’arenaria, scalini scavati nella roccia per raggiungere i punti più alti del sito e per la manutenzione delle cisterne e, aspetto questo che la distingue dalla sorella maggiore, anche resti di affreschi. Il gran numero di locali e di caverne, insieme alle molte cisterne e alla non grande presenza di tombe, inducono a considerare Siq al-Barid quale centro commerciale e di servizi della città di Petra, dove le grandi carovane in transito non potevano entrare. Dopo la visita proseguiamo, direzione sud, sino alle sabbie e rocce del Wadi Rum. Sosta “all’ingresso del deserto” per osservare quella formazione rocciosa che la fantasia di qualcuno ha definito “i sette pilastri” da cui il Lawrence, cosiddetto d’Arabia, avrebbe preso spunto per il titolo del suo più famoso libro. Nelle vicinanze si trova la rest house di Hillawi, dove ci fermiamo per il pranzo. Chi ami un buon pollo con possibilità di salsa all’aglio, qui potrà soddisfare il suo desiderio. Poi inizia l’escursione nel deserto. Lasciato il piccolo centro abitato, percorriamo con le jeep piste che attraversano scenari coinvolgenti. Qualcuno ha definito questo deserto ”il più bello del mondo”. Non sappiamo se sia così. Certo è che per molto tempo ricorderemo di aver sorseggiato “arak” e un tè preparato dai nostri autisti beduini osservando un tramonto che qui sembra effettivamente diverso. (E forse lo è). Intorno a noi avremo ampie vallate sabbiose, inframmezzate da arenarie multicolori, alture con bizzarre forme e tonalità definite dal vento in modi assai fantasiosi. La sera ci avviamo verso il campo tendato. Da lontano lo individuiamo per le luci delle candele accanto alle tende. Passiamo una notte tra rocce e sabbie del Wadi Rum in modo assai gratificante. Non in semplici tende, ma in “stanze” ben arredate in mezzo al deserto. Ascolteremo il silenzio, il suonatore di oud o il latrato di cani lontani, raccontando di altri viaggi, guardando in cielo lo spettacolo garantito dalle stelle e dalla luna. Cena e pernottamento nel campo tendato solo per il nostro gruppo.

7° giorno – WADI RUM-MAR MORTO (320 km circa 5 ore) Al mattino torneremo in poco tempo nella rest house di Hillawi vicino all’ex fortino della legione straniera per consumare la colazione. Riprendiamo il nostro minibus. Il Mar Morto sta a nord e vi giungiamo dopo circa 5 ore. La Wadi Araba, la strada che conduce al nostro hotel sul Mar Morto è certo la più panoramica e, specie in prossimità del lago salato, presenta aspetti paesaggistici notevoli. Sistemazione in hotel, proprio sulle sue rive. Il pomeriggio è dedicato a scoprire le particolarità del luogo, fare il bagno o fruire dei servizi nella SPA dell’hotel: fanghi, massaggi, creme… Il Mar Morto non è un mare e non è morto. Già dagli anni ’30 dello scorso secolo alcuni ricercatori statunitensi hanno scoperto forme di vita animale e vegetale sullato dell’attuale parte israeliana. E’ però certo che si tratti del punto più basso della terra a circa 400 metri sotto il livello del mare formatosi, pare, oltre 50.000 anni fa. E’ una posizione che sta rapidamente mutando perché negli ultimi anni il livello delle sue acque si sta abbassando, a causa soprattutto del diminuito apporto del Giordano oramai ridotto a piccolissimo immissario. “Immergersi” nel Mar Morto è un’esperienza da non perdere, per l’impossibilità di affondare e per lo straordinario scenario che circonda queste acque che hanno una salinità di oltre il 30%, (circa dieci volte in più della normale acqua marina). Durante il bagno, preghiamo di attenersi ai suggerimenti che guida locale e accompagnatore forniranno al gruppo. Pranzo e cena in hotel.

8° giorno – AMMAN -ROMA La scelta di trascorrere l’ultima notta nel Mar Morto, oltre a consentire di gustare le atmosfere di un luogo come questo, permette di ottimizzare i tempi per raggiungere l’aeroporto, essendo questo localizzato una trentina di chilometri prima della capitale.
Colazione e trasferimento in aeroporto per il volo di ritorno per l’Italia.

Partenze (minimo 6 partecipanti, massimo 15):
– 29 maggio
– 16 luglio
– 13 agosto
– 17 settembre

 

Prezzo a persona a partire da: € 2850

LA QUOTA COMPRENDE:
– Voli di linea andata e ritorno da Roma per Amman della compagnia di bandiera Royal Jordanian.
– Assistenza e incontro con un nostro incaricato
– Visto collettivo gratuito
– Trasporto per tutta la durata del tour in Minivan/ Autobus
– Pranzi presso ristoranti locali/ hotel (giorni 2-7)
– Servizio di una guida professionale certificata parlante italiano nei giorni 1-8.
– Pernottamento negli hotel sopra menzionati secondo l’arrangiamento indicato.
– Giro a cavallo facoltativo a Petra
– Tour in Jeep di 3 ore nel deserto di Wadi Rum
– Biglietti per l’ingresso in tutti i siti turistici menzionati nell’itinerario.

LA QUOTA NON COMPRENDE:
– Bevande e spese personali.
– Mance (si suggeriscono € 70 a persona).
– Tasse aeroportuali e fuel surcharge € 335
– Eventuali bretelle di avvicinamento alla propria città di origine operate da Alitalia su richiesta: € 250
– Tutto ciò che non sia esplicitamente menzionato ne “La quota comprende”

SI PREGA DI LEGGERE ATTENTAMENTE QUANTO SOTTO RIPORTATO

Documenti Necessari per ingresso in Giordania

I cittadini dell’Unione Europea possono entrare in Giordania con i seguenti documenti:
– passaporto con validità residua di almeno sei mesi alla data di arrivo nel Paese
– Visto d’ingresso ottenibile in frontiera

I cittadini non appartenenti all’Unione Europea devono recarsi presso la propria ambasciata per ottenere le necessarie informazioni.

Si raccomanda di portare con sé fotocopia del passaporto o  della carta d’identità e due foto tessera, custodendole separatamente dagli originali. In caso di furto o smarrimento le procedure di ottenimento dei documenti sostitutivi risultano molto più facili e più veloci.

Documenti per viaggi all’estero di minori: passaporto/carta d’identità

Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, di carta d’identità valida per l’espatrio.

Come  da recente normativa, ogni passeggero deve controllare la validità dei propri documenti di viaggio e  visionare prima della partenza il sito www.viaggiaresicuri.it  per prendere visione di ogni eventuale rischio o problema presente nel Paese di destinazione.